Di nuovo a Tavola
A tavolaSaulo, apre a Roma ristorante tra le mura di un sepolcreto
saulo

Saulo, apre a Roma ristorante tra le mura di un sepolcreto

by

Ha aperto le porte al pubblico Saulo, nuovo ristorante e cocktail bar della Capitale, ma anche sito archeologico e terrazza panoramica. Un nuovo spazio dedicato al cibo e al buon bere che affaccia sulla maestosa Basilica di San Paolo Fuori Le Mura, un luogo dove storia e sapori si intrecciano in un legame indissolubile fatto di memoria e profumi, di ricerca e radici. Nei piatti le origini della cucina romana, nelle mura il passato della città eterna: un sepolcreto che testimonia le antiche necropoli sorte lungo la strada che conduceva al porto dell’ Urbe.

 

sauloA concepire il nuovo locale di Via Ostiense, due giovani imprenditori romani che hanno voluto un menu caratterizzato da una ristorazione di qualità e da prodotti locali. Da questa idea nasce la preziosa collaborazione con il Maestro Mauro Secondi, pastaio vincitore del premio Slow Food Lazio e dell’ Oscar Qualità del Gambero Rosso, che ha firmato il menu di Saulo, valorizzando il territorio, puntando sulla genuinità e garantendo la freschezza dei prodotti. Una carta dedicata ai piatti tipici della tradizione romana, tra le proposte il Raviolo fresco ripieno di coda alla vaccinara, la Pasta e fagioli con cotiche soffiate, il Lesso alla picchiapò con mentuccia romana e il Baccalà in oliocottura con la sua maionese. La vera novità sarà il pranzo della domenica, il tipico pranzo in famiglia fatto di Lasagne e Fettuccine al ragù, di Pollo alla cacciatora e Vitello tonnato. Il menu è in costante cambiamento per non tradire la stagionalità dei prodotti e prevede un’eccellente carta dei dolci provenienti dalla Pasticceria Barberini e una ricca carta dei caffè, 7 miscele torrefatte appositamente da Caffe Profili. Saulo, che prende il nome da Paolo di Tarso (San Paolo) per la vicinanza alla Basilica, è anche un locale per aperitivo e dopo cena; la drink list è stata pensata e messa a punto da Argot e prevede 10 interessanti cocktail dai nomi originali, come Il Calvario di Margherita e Figaro e Le sue Nozze, ognuno dei quali racconta una storia pronta ad accompagnare il cliente dall’ aperitivo al dopocena. Lo spazio, caldo, accogliente, con richiami al passato ed uno sguardo al futuro, è stato rivisto e progettato dall’Architetto Francesco Cotone. L’abbigliamento del personale, che fonde la qualità della tradizione con la modernità del rivisitare, è firmato da Francesco Testi che veste anche la Città del Gusto del Gambero Rosso.

Commenti

Commenti

Saulo, apre a Roma ristorante tra le mura di un sepolcreto ultima modifica: 2017-12-27T15:45:05+00:00 da Carmine Seta

leave a reply

Back to Top