Di nuovo a Tavola
EventiSagra delle tacchie ai funghi porcini: a Bellegra arte, natura e folklore in due weekend da non perdere
sagra delle tacchie ai funghi porcini

Sagra delle tacchie ai funghi porcini: a Bellegra arte, natura e folklore in due weekend da non perdere

by

È soprannominata come la “città dei panorami”, un luogo ricco di fascino e mistero caro a San Francesco e ai più esperti speleologi. Ma Bellegra è anche la città dei funghi e delle tacchie, due prodotti tipici protagonisti della prossima sagra in programma nei due weekend di ottobre (6-7 e 13 e 14).

Uno degli appuntamenti più sentiti dalla popolazione locale e da tutto questo territorio compreso tra la Valle del Sacco e la Valle dell’Aniene dove folclore, cucina e tradizione diventano il connubio ideale per scoprire la cultura e la storia di questi luoghi. Le tacchie, nell’antica ricetta delle nonne bellegrane, sono un tipo di pasta fatta a mano con acqua, farina e uova, che una volta “ammassate” vengono tagliate a mano in maniera casuale ma sempre in modo da darle la tipica forma rettangolare. Un formato che si abbina perfettamente all’altro prodotto tipico di questo paese immerso nei boschi: il fungo porcino. Quest’anno le piogge di agosto hanno regalato una straordinaria raccolta ad appassionati, escursionisti e fungologi che si sono riversati in queste bellissime aree verdi panoramiche anche per trascorrere una giornata all’aria aperta.

L’evento, giunto alla sua dodicesima edizione, unisce natura, arte, cultura e divertimento in un programma tutto da vivere in 4 giorni. La festa si svolgerà nelle tre piazze del paese, Piazza del Municipio, Piazza Giovanni Paolo II° e Piazza della Libertà, con stand, musica, cortei storici e gare a tema. Una manifestazione “all day long”, che dalla mattina alla sera intratterrà i visitatori con cucina ed eventi pensati per tutte le età.

sagra delle tacchie ai funghi porcini

Partiamo dal menu. Al costo di soli 15 euro, a pranzo o a cena, si può mangiare pane e funghi porcini, un piatto di tacchie ai funghi porcini, un secondo di carne con funghi porcini, una bottiglina di vino o di acqua. Per i bambini è previsto un menù da 8 € con cotoletta, patatine e coca cola. Saranno presenti tre punti di distribuzione dei pasti dislocati in diverse zone del paese in modo da evitare spiacevoli file.

Passando alle attività, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Durante i giorni della sagra sarà presente un’area giochi per bambini con animazione, ci sarà la possibilità di visitare le suggestive Grotte dell’Arco e il bellissimo Convento di San Francesco. Per i più avventurieri sono previste escursioni con i quad nei boschi del paese e noleggi di bici per scoprire la “Città dei Panorami”. Inoltre per le due domeniche sarà attivo un simpatico trenino turistico che porterà i visitatori nel Centro Storico di Bellegra. Per le vie del paese verrà allestito un Mercatino di artigianato, oggettistica e prodotti tipici curato da aziende e associazioni del territorio. Non mancherà infine l’offerta musicale con spettacoli folcloristici e concerti di artisti nazionali e band emergenti.

Il programma definitivo è quesi pronto, per tenersi aggiornati basta visitare la pagina Facebook della Pro Loco di Bellegra a questo indirizzo: https://www.facebook.com/Proloco-Bellegra-1498718477066864/ ma continuate a seguirci anche sul nostro sito perché seguiremo da vicino questa manifestazione.

In caso di maltempo l’evento si svolgerà all’interno di una piazza coperta. Non resta che avviare il conto alla rovescia per andare a scoprire queste bellissimo borgo laziale.

Commenti

Commenti

Sagra delle tacchie ai funghi porcini: a Bellegra arte, natura e folklore in due weekend da non perdere ultima modifica: 2018-09-20T20:17:00+00:00 da Carmine Seta

leave a reply

Back to Top