Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

NewsEcco la classifica degli chef più ricchi d’Italia: battuti Cracco e Cannavacciuolo
archichef night

Ecco la classifica degli chef più ricchi d’Italia: battuti Cracco e Cannavacciuolo

by

Stilata da Pambianco Strategie di Impresa la classifica dei “Paperoni” della cucina stellata italiana. Secondo lo studio al primo posto, sulla base di un’analisi condotta su chef stellati al vertice di guide enogastronomiche nel 2017 e su fatturati registrati, c’è la famiglia Cerea (Da Vittorio, 3 stelle Michelin), che consolida – spiega una nota – la leadership per fatturato tra le società degli chef d’alta cucina con le attività collegate e con il catering registrando un incasso di 17,9 milioni di euro, in crescita del 3,5%.

LA CLASSIFICA

A seguire i fratelli Massimiliano e Raffaele Alajmo, presenti non solo in Veneto con il tre stelle Le Calandre e con La Montecchia, Gran Caffè Quadri e Amo T Fondaco dei Tedeschi ma anche a Parigi e a breve a Milano in Corso Como con un incremento di quasi il 18% raggiungendo un fatturato di 13,4 milioni. Al terzo posto Antonino Cannavacciuolo che mette a segno una crescita a doppia cifra (+25%) con la società Capri creata assieme alla moglie Cinzia Primatesta e che, grazie anche alla diversificazione dei bistrot, raggiunge – segnalano i ricercatori – quota 9,9 milioni di euro. Complessivamente le 10 società di proprietà di chef stellati che hanno conquistato il vertice della classifica nel 2017 hanno incassato nel loro complesso- viene rilevato dai ricercatori- poco meno di 73 milioni di euro mettendo a segno una crescita media superiore al 10%. Tra gli altri chef presenti in classifica è segnalato Carlo Cracco in quarta posizione con 8,1 milioni in crescita dell’11,6% e in attesa di raccogliere i risultati dall’ingresso in Galleria a Milano, Enrico Bartolini al quinto posto, che con le nuove aperture in Italia (Trattoria Bartolini all’Andana, Glam a Venezia, Casual a Bergamo e altre ancora), è cresciuto di oltre il 30% per un giro d’affari di 6,1 milioni aggiudicandosi il ruolo di top performer del 2017. Seguono Perbellini (5,3 mln), Berton (5,1 mln), Romito (4,6 mln) e gli Iaccarino di Don Alfonso (2,5 mln).

Commenti

Commenti

Ecco la classifica degli chef più ricchi d’Italia: battuti Cracco e Cannavacciuolo ultima modifica: 2018-11-12T16:17:47+00:00 da Carmine Seta

leave a reply

Back to Top