Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

A tavolaLa Gabbia del gusto, Rossano Boscolo porta a Roma i suoi “Ragazzi dell’Etoile”
la gabbia del gusto

La Gabbia del gusto, Rossano Boscolo porta a Roma i suoi “Ragazzi dell’Etoile”

by

Lo chef Rossano Boscolo porta a Roma i suoi ‘Ragazzi dell’Etoile’, in un ristorante dallo stesso nome che ospita anche una ‘Gabbia del Gusto’, uno spazio fra i tavoli dove le giovani promesse della cucina e pasticceria italiana potranno mettersi alla prova davanti ai commensali.

 

L’idea di base, spiega Boscolo, e’ quella di dare ai ragazzi del Campus Etoile Academy di Tuscania una chance per esibirsi e formarsi: “l’anno scorso che mi sono liberato di tutti gli impegni del gruppo Boscolo e mi sono trovato senza lavoro – scherza lo chef – e ho deciso di lanciarmi in questa avventura, coinvolgendo i ragazzi del Campus”, che dal 2010, dopo 25 anni di corsi di perfezionamento, si e’ spostato a Tuscania, superando il numero di 20.000 cuochi e pasticceri ‘sfornati’ dalla scuola. “Mi sono detto, perche’ non facciamo qualcosa di diverso dal ristorante a la carte? Da qui la gabbia del gusto, per fare un po’ di show cooking, per una cosa che parte dall’aperitivo e va fino alla cena, che sia sensoriale e degustativa fatta dai ragazzi”. Nel futuro, “perche’ no?”, anche la possibilita’ di invitare “qualche chef, qualche amico”, per fare delle serate dedicate con tematiche particolari, cercando comunque di mantenere un prezzo del cibo alla portata di tutte le tasche. Con una novita’ mutuata dalla Francia: il conto del cibo arrivera’ separato da quello del bere, “per far capire l’importanza e il valore di entrambi gli aspetti”, spiega Boscolo, che non nasconde l’orgoglio per i giovani che ha portato con se’ in questo nuovo progetto. Come sceglie i ragazzi fra gli oltre 100 che ogni volta popolano i suoi Campus? “Facile, prendo i migliori”.(

Commenti

Commenti

La Gabbia del gusto, Rossano Boscolo porta a Roma i suoi “Ragazzi dell’Etoile” ultima modifica: 2018-12-07T11:00:30+00:00 da Andrea Duca

leave a reply

Back to Top