Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

A tavola‘Na Cosetta lancia un nuovo menù che è “la Fine dal Mondo”
na-cosetta

‘Na Cosetta lancia un nuovo menù che è “la Fine dal Mondo”

by
È “na cosetta mondiale” il nuovo menù del bistrot con l’anima da live club che ha conquistato il cuore del Pigneto. Dopo il successo della rassegna estiva nell’enorme spazio all’aperto nei pressi di via Prenestina, ‘Na Cosetta riparte nell’ormai storico spazio di via Ettore Giovenale, diventato punto di riferimento sia per il buon bere e buon mangiare, che per la sua connotazione di salotto musicale. Tante le novità della nuova stagione, a cominciare dal menù.

‘NA COSETTA MONDIALE 
Frutto dei suoi quattro anni di esperienza, la nuova proposta spazia per cominciare dagli “sfizi da togliersi subito” come Hummus di ceci e zucca e Pinzimonio Satay, alla sezione per degustare “da assaggiare e condividere” come la patata boulangere, sfoglia di patata al forno con caviale di pesce spada di Marzamemi e la Carne cruda di Rosa Uruguayana. Per viaggiare “Ricette mondiali con un tocco italiano”, come spiega uno dei soci, Stefano Cicconardi, “si tratta di una selezione delle migliori ricette provate in occasione delle numerose serate a tema etnico che abbiamo organizzato. Con il nostro chef Luca Bonafede, abbiamo scelto il meglio dei piatti dal mondo, rendendoli nostri con un tocco italiano”. Ecco che nascono così piatti come il Chirashi milanese, il Picchiapò di Budapest, il Sushi di Fidel o la Parmigiana di Giacarta.
Non possono mancare i cavalli di battaglia, come le Potato cup (le famose patate a dadini, cotte in padella e condite come se fossero pasta) e le Polpette ubriache ai gusti Bloody Mary, Bolinho caipirinha, Del Capo. E per ogni giorno della settimana, il viaggio torna a far tappa in Italia, con un piatto della tradizione: dal risotto alla zucca del lunedì, passando per la cotoletta orecchia di elefante del mercoledì e il classicissimo del giovedì, gli gnocchi al forno pomodoro e mozzarella.
Per l’angolo dei dolci, invece, ‘Na Cosetta ha appena lanciato la collaborazione con la pasticceria De Bellis che fornisce la linea dei golosissimi dessert tra i quali Maria Antonietta, Assoluta e Rocher.

Resta l’intenzione di costruire una carta che favorisca la condivisione, non strutturata con il classico schema antipasti-primi-secondi. Non a caso, una delle proposte è quella del Gran Gourmettier, un percorso in 12 assaggi sotto forma di tapas, ideale per un tavolo da 4-5 persone. Fra le novità, anche alcune proposte di food pairing con i drink, a partire dalle Polpette ubriache, servite su richiesta con un cocktail in abbinamento. Viceversa, non mancano le contaminazioni food nei drink, come la Caipiroska che incontra il guacamole, diventando un Caipimole. Questa e altre proposte si trovano nella nuova carta dei signature cocktail, otto proposte che per questa stagione puntano soprattutto sull’uso della birra e della grappa in miscelazione. Fra i nuovi cocktail si trova per esempio il BB Sour (Bourbon, birra Ipa, succo di limone, sciroppo di zucchero), oppure fra le proposte a base grappa, lo Slow Down (Grappa barricata, rum scuro, succo di arancia, succo di lime, sciroppo di zucchero di canna, Ginger ale).

Non cambiano invece i capisaldi del progetto ‘Na Cosetta, a cominciare dalla musica, che accompagna la cena tutte le sere e che ha già messo in cartellone oltre 1.200 concerti. La programmazione è particolarmente orientata verso proposte nazionali ed internazionali, legate a etichette indipendenti. Si alternano serate a tema fisso, come il laboratorio di Swing del lunedì, a quelle più variegate, con generi che spaziano dal cantautorato al rock, dall’elettronica allo swing fino ad arrivare a rassegne dedicate a racconti inediti di volti noti del panorama musicale e cinematografico italiano. Fra gli artisti che hanno calcato il palco di ‘Na Cosetta, Bugo, Morgan, Cristiano Godano, Francesco Bianconi, Renzo Rubino, Simone Cristicchi, Francesco Tricarico, Paolo Benvegnù, Francesco Di Bella, Mario Venuti, Diego Mancino. Memorabili poi le incursioni di grandissimi come Ron, Don Backy, ma anche dei giovani Calcutta, Galeffi, Viito che si sono esibiti sul piccolo palco del bistrot poco prima del grande salto. Tra i prossimi live già in programma per il mese di gennaio sono attesi fra gli altri Pierdavide CaroneMarco Messina (99Posse) & Anna Mancini, e l’arpista torinese Cecilia, che ha accompagnato Max Gazzè sul palco dell’ultima edizione di Sanremo.
Restano anche gli appuntamenti fissi del fine settimana, come il Colanzo della domenica, ovvero il brunch all’italiana di ‘Na Cosetta, e il mercatino vintage che si svolge all’interno del locale ogni due sabati del mese, dal pranzo a ora di cena, in cui si avvicendano artisti, illustratori, arredatori, artigiani che portano le loro collezioni.

Commenti

Commenti

‘Na Cosetta lancia un nuovo menù che è “la Fine dal Mondo” ultima modifica: 2018-12-12T13:00:25+00:00 da Silvia Casella

leave a reply

Back to Top