Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

NewsImbraccia il fucile per il contro “troppo salato”. Il ristorante di Roma: ecco come sono andati i fatti
ristorante

Imbraccia il fucile per il contro “troppo salato”. Il ristorante di Roma: ecco come sono andati i fatti

by

I carabinieri sono intervenuti nei giorni scorsi in un ristorante di Roma in via Portuense dove era stata segnalata la presenza di un uomo che, rimasto insoddisfatto del trattamento ricevuto la sera prima mentre stava cenando insieme alla compagna, ha pensato bene di tornare nel locale e di minacciarne il titolare imbracciando un fucile “doppietta”. La notizia ha fatto il giro del web suscitando non poche polemiche.

>>LEGGI TUTTA LA NOTIZIA E LA NOTA DEI CARABINIERI

Secondo Il Messaggero il ristorante interessato dall’episodio di cronaca sarebbe stato l’osteria Maruzzella di via Portuense. Pronta su Facebook è arrivata la replica del citato ristorante che in un post ha spiegato come sono andati i fatti.

«Ormai si sa, i giornali spesso ripiegano su questi titoli di basso livello che vanno ad adescare il dito facile dei lettori guadagnando così l’unica cosa per cui provano interesse, la visualizzazione – si legge su Facebook. Quando ti ci ritrovi in mezzo però ovviamente fa molto più effetto.

Si è vero, c è stata una discussione quella sera, ma non tra titolare e cliente, ma tra dipendente e cliente.

È Falso scrivere che il cliente si è arrabbiato per un conto, perchè il cliente si è arrabbiato per un prezzo, nello specifico una porzione di Oban e quando ha saputo che il costo è 8 euro, ha dato di matto ed è stato accompagnato fuori.

È vero che il giorno dopo è entrato con un fucile,

Però non ha minacciato nessuno perché la persona con la quale aveva discusso la sera prima, non era in turno la mattina.

Inoltre, è entrato con un fucile SMONTATO e talmente era ridotto male che nessuno all’inizio si è messo paura e i clienti hanno continuato a mangiare scambiandolo per un giullare.

È vero che la compagna la sera stessa è entrata nel ristorante accanto a fare casino e a prendersela con il titolare, però è entrata con la pistola a gommini, quella col tappeto rosso e a che lei in condizioni non proprio sobrie.

Mi rivolgo alla redazione che non risponde in privato, al telefono e alle mail..

Capisco che la fame è brutta e anche voi vi attaccate a qualsiasi cosa per qualche centesimo…ma lucrare su azioni fatte da persone malate con seri problemi mentali non è bello… Per lo meno scrivete la verità».

Commenti

Commenti

Imbraccia il fucile per il contro “troppo salato”. Il ristorante di Roma: ecco come sono andati i fatti ultima modifica: 2019-01-13T14:11:29+00:00 da Andrea Duca

leave a reply

Back to Top