Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

Dalla terraIl Carnevale da Ivan il re del pane: tradizione e autenticità

Il Carnevale da Ivan il re del pane: tradizione e autenticità

by

Sono in assoluto i preferiti dei bambini e spesso e volentieri anche dei grandi, la maggior parte sono fritti e sono comunque tutti golosissimi. Stiamo parlando dei dolci di Carnevale, uno degli appuntamenti più attesi per gli amanti delle antiche tradizioni popolari. In provincia di Roma esiste un luogo di eccellenza della produzione artigiana e a chilometro zero di queste prelibatezze, dove trovare il sapore autentico di questa gioiosa festività invernale. È l’“agriforno Ivan il re del pane”, uno dei marchi di eccellenza laziali nella produzione dei prodotti derivanti dalle farine dove trovare il meglio della pasticceria italiana al ritmo delle stagioni.

È l’autenticità dei prodotti il marchio distintivo del laboratorio di Artena. Innanzitutto perché le farine e tutte le materie prime sono prodotti a chilometro zero e poi perché qui i metodi di lavorazione sono ancora quelli di una volta. Dalle mani di una squadra di esperti pasticcieri guidati da Ivan Mastrone, titolare dell’azienda, prendono vita in questi giorni frappe, castagnole, fregnacce, scartellate e tutti i dolci della tradizione casalinga italiana.

LE FRAPPE

Quando si nomina il Carnevale, le chiacchiere non possono mancare mai, in tutte le loro varianti di denominazione. Questo dolce, infatti, vanta un numero notevole di nomi: chiacchiere in Campania, Sicilia e Umbria, frappe nel Lazio e nelle Marche, bugie in Liguria e in Piemonte, cenci in Toscana, fiocchetti in Romagna e meraviglias in Sardegna. In realtà, la ricetta è uguale in tutta Italia. Da Ivan il Re del Pane potrete trovare le frappe fritte semplici, oppure, le frappe al forno semplici, decorate al cioccolato, al cioccolato e frappe zuccherate.

LE CASTAGNOLE

Le castagnole devono il loro nome alla caratteristica forma tondeggiante, simile a quella di una castagna. Sono diffuse in tutta Italia e prevedono un impasto con farina, zucchero e uova. Una volta fritte, si servono con una bella spolverata di zucchero. Da Ivan il Re del Pane le castagnole fritte possono essere semplici, oppure semplici analcoliche. Per renderle più gustose si possono farcire con: rum, cioccolato, limoncello crema limone, arancio e crema cacao, zuppa inglese e crema, frutti di bosco con crema, amaretto con crema cacao, alchermes, crema tiramisù, crema al pistacchio, limoncello, vaniglia, tartufate con crema cacao, ricotta e pera.

LE FREGNACCE

Se nel resto dei Monti Lepini si configurano come una tipologia di pasta, ad Artena le fregnacce sono un dolce tipico di Carnevale. Stesso impasto della castagnola fritta, sono a forma di girella e vengono caramellate in padella con arancio e limone. Da Ivan il re del pane le fregnacce sono una vera specialità da gustare.

LE SCARTELLATE

È una ricetta invernale, che si ripete da Natale a Carnevale e tramandata da generazione in generazione al sud Italia. Gli ingredienti sono tutti naturali (farina, uova, olio, vino, miele, mandorle, buccia di limone, liquore, patate, lievito) e si nota come l’aspetto caratteristico rappresenta l’aureola o le fasce che avvolsero il Bambino Gesù nella culla, ma anche la corona di spine al momento della crocifissione. La preparazione avviene componendo nastri di una sottile sfoglia di pasta, ottenuta con farina, olio e vino bianco, unita e avvolta su se stessa sino a formare una sorta di “rosa” coreografica con cavità e aperture, che poi verrà fritta in abbondante olio.

LE MASCHERE DA RITAGLIARE

E le sorprese non sono finite qui. Anche quest’anno Ivan il re del pane ha ideato una collezione di maschere da ritagliare per i più piccoli, in cartone o in formato tovagliette distribuite nei migliori locali di Roma sud.

Commenti

Commenti

Il Carnevale da Ivan il re del pane: tradizione e autenticità ultima modifica: 2019-02-06T16:43:25+00:00 da Carmine Seta

leave a reply

Back to Top