Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

A tavolaDa Carpineto a Roma centro, la storia di successo del YogAyur Bistrot di “Cati”

Da Carpineto a Roma centro, la storia di successo del YogAyur Bistrot di “Cati”

by

Nel quadrilatero d’oro tra Ostiense, Testaccio, Trastevere e Garbatella, all’interno della dell’associazione fondata da Federico Insabato, insegnante di yoga e meditazione, c’è un nuovo bistrot. YogAyur Bistrot è, infatti, il tempio della cucina vegetariana di Catia Briganti, per tutti Cati, Cuciniera dei Monti Lepini (Carpineto Romano) dallo spirito green.

YogAyur nasce quattro anni fa per dare un nuovo impulso alla cultura del Benessere Personale, un Benessere non solo fisico, ma diffuso attraverso un approccio integrale mirato ad armonizzare il corpo, la mente e il cuore. Federico, che ha avviato le due sedi, una a Gazometro e l’altra nel più antico quartiere di Monti, ha deciso di affidare a Catia le preparazioni del bistrot con un menù che propone ricette vegetariane con varianti vegane e crudiste.
Qui lei unisce la propria esperienza in cucina con la richiesta di cibi nutrienti, gustosi e salutari, per il consumo in loco o da asporto. “Cucina naturale e poetica”: Catia è sostanzialmente un’artista e, prima di indossare il grembiule da cuoca, lavorava il ferro e il legno. “Tutto il mio lavoro è sempre stato legato alla materia prima e alla manualità”: Catia restituiva, infatti, nuova vita a porte di case abbandonate o panche di chiese dismesse, esponendo le sue opere in una cantina che lei stessa definisce “clandestina”, dove alla fine cucinava per gli amici. Negli anni ’90 l’esperienza in Australia ha fortemente sensibilizzato la sua mano e una delle attività segnanti il suo approccio nel campo della ristorazione è stata quella da Urbana 47 con il maestro Angelo Belli.

YogAyur Bistrot è situato all’interno della sede in zona Gazometro – Porto Fluviale, e con la presenza della zona Hammam – Bagno Turco al piano sottostante, e delle sale Yoga ai piani superiori, costituisce un unicum nella capitale per quanto riguarda il Benessere Naturale a 360 gradi. Un luogo dove, tra una classe di Yoga e un massaggio, cercare nuovi profumi e sapori, per variare o ispirare la propria alimentazione quotidiana con una proposta di cucina naturale, ogni giorno diversa. Il Bistrot è aperto per i soci dalla mattina alla sera e si pone come crocevia per gli amanti della cucina vegetariana e per coloro che vogliono mangiare sano senza rinunciare al gusto. Tutti gli ingredienti sono biologici, alcuni provenienti dall’orto di Catia, a Carpineto Romano. La natura è, infatti, la sua prima fonte d’ispirazione e cerca di ricrearla nei colori e nelle forme dei piatti, ascoltando il ritmo delle stagioni. Attraverso un’attenta ricerca, sempre rispettosa del pianeta, di tutti gli esseri e di chi mangia, Catia propone ricette originali e mai banali, alleggerite da eccessi di grassi, di glutine e di zuccheri, ricche però di sapore in chiave salutista.

Per la sua “dispensa” naturale, YogAyur Bistrot si appoggia a fornitori rinomati sul territorio: tra le collaborazioni di cui beneficerà menzione speciale meritano la Piccola Bottega Merenda, realtà resistente di cibo contadino e la pasticceria Grezzo – Raw Chocolate, la prima e più ampia cioccolateria crudista vegana del mondo.
Scelte per vegetariani, vegani e intolleranti al glutine e al lattosio con una selezione di super alimenti dalla colazione alla cena. Dolce o salata, già dalle prime luci del mattino si parte a tavola con la gamma di tisane ayurvediche, succhi ed estratti di frutta o verdura preparati al momento, ma anche kefir, spirulina, pane e marmellata, yogurt, golden milk, bevande vegetali, muffin e sandwich. Tra gli 8 e i 12 euro, proseguono le combinazioni del pranzo e della cena da comporre con zuppe, insalate speciali, piatti a base di cereali integrali, uova fresche e una selezione di formaggi di latte crudo. Il momento dell’aperitivo è godibile sulla Terrazza all’insegna della morigeratezza: una ristretta selezione di vini biologici e l’unica etichetta di birra artigianale del Birrificio San Biagio, di ispirazione monastica, completano la proposta del beverage.
YogAyur è anche Bento Bar: con il delivery o il take away ogni giorno è possibile ricaricare la propria lunch box di cibo buono e giusto, ritirandola personalmente oppure ordinando la consegna in ufficio o a casa. Su ordinazione anche un kit detox del valore di 15 euro con 4 estratti per liberare l’organismo dalle scorie e ritrovare il benessere psicofisico. 24 ore in cui ingerire solo cibi liquidi: così, anche la mens sana albergherà nel corpo reso sano da questa disintossicazione lampo.
(Tessera Associazione Circolo inclusa nella prima consumazione)

Commenti

Commenti

Da Carpineto a Roma centro, la storia di successo del YogAyur Bistrot di “Cati” ultima modifica: 2019-04-17T14:34:35+00:00 da Carmine Seta

leave a reply

Back to Top