Di nuovo a Tavola

Storie di food ed eccellenze nel Lazio

NewsPANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA

PANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA

by

Tra contest, show coking e un market natalizio, la manifestazione darà la possibilità di incontrare alcune delle principali pasticcerie laziali e di conoscere le diverse tipologie di lievitati.

 

Sapere che Roma, domenica 15 dicembre, a dieci giorni dal Santo Natale, presenta Panettone Maximo, il primo festival capitolino dedicato a questo dolce natalizio, sorprende quanto sapere che nel centro di Copenaghen c’è un pasticcere che produce panettoni artigianali. La sorpresa è data dal fatto che il panettone è un dolce tipico della tradizionale milanese, dove è stato creato e da dove ha iniziato a colonizzare l’Italia, per diventarne oggi il dolce tipico della tradizione. Insieme al Pandoro di Verona per fortuna, che prediligo perché più dolce in virtù del suo manto nevoso di zucchero a velo. Negli ultimi anni, però, complici anche tanti giovani italiani emigrati all’estero in cerca di lavoro, il Panettone è diventato un dolce apprezzato e conosciuto all’estero. Tanto per dirne una, nel dicembre 2018 ha fatto registrate vendite superiori al pudding nel Regno Unito, perché più morbido e più leggero. In sintonia con le tendenza alimentari al livello internazionale che vedono premiare cibi con minor apporto di zuccheri. Alla faccia della Brexit, quindi.

 

Certo questo primo festival romano di fatto è dedicato ai pasticceri romani che si dedicano alla creazione di panettoni artigianali che, per correttezza, dovrebbero essere chiamati lievitati. Per tutto simili al panettone, ma a causa dell’utilizzo di materie prime non contemplate dal rigido disciplinare – eccellenti e di prima qualità, s’intende – non consentono di applicare l’etichetta di panettone al prodotto finale. Ma poco importa, perché a mia memoria ho passato natali in famiglia senza mai mangiare un panettone, ma mangiando molti “panettoni” (o meglio lievitati). Il fatto è che per alcuni l’uvetta sultanina, che da disciplinare deve essere nell’impasto, è ostica e poco apprezzata, per cui preferiscono virare verso prodotti arricchiti da farce particolari, al pistacchio, alla crema di nocciole, o con accostamenti gustosi tipo pere e cioccolato, che appunto non sono contemplati dal disciplinare.

 

Domenica 15 dicembre 2019, al Boscolo di Circo Massimo, in Via dei Cerchi 87, dalle 11,30 alle 19,30, organizzato dal magazine online MangiaBevi e da RistorAgency, sarà quindi possibile scoprire le creazioni dei maestri pasticceri romani, alcuni abili nell’utilizzo del lievito madre, che arricchisce gli impasti dei lievitati di sentori e aromi unici rispetto ai quelli secchi, ma che non è facile da gestire. Nelle sale del Boscolo ci saranno banchi di degustazione, incontri a tu per tu con i pasticceri, talk di approfondimento. Ci sarà inoltre un “Christmas Market” con i prodotti tipici per le feste, per dare anche la possibilità di fare regali. Attenzione anche agli show cooking dei maestri pasticceri, a partire dalle 11,30 e fino alle 16,30, e alla competizione che eleggerà “il miglior panettone di Roma” in due differenti categorie: il panettone tradizionale (secondo disciplinare) e il panettone al cioccolato (a tema libero). La premiazione è prevista intorno alle ore 19.

 

I produttori saranno in totale 17 con un paio di eccezioni provenienti da fuori Roma: Achilli Caffè, Antonini, Barberini, Bompiani, Cantiani, Casa Manfredi, D’Antoni, Giuffré, Gruè, Le Levain, Marazza (Priverno), Nero Vaniglia, Panificio Nazareno, Panzini (Subiaco), Patrizi (Fiumicino), Pompi e Santi Sebastiano e Valentino. In accostamento ai lievitati ci saranno anche le bollicine di Casale del Giglio e di Poggio Le Volpi, i liquori Amaro Piccolo e Amaro Neri, il Chinottissimo e il Caffè Circi. Tutte aziende rigorosamente laziali. Infine gli organizzatori hanno anche pensato alla beneficenza. Panettone Maximo darà l’opportunità ai partecipanti di donare panettoni ai piccoli pazienti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

 

“Panettone Maximo nasce dall’esigenza di dare un palcoscenico ai pasticceri della Capitale che producono artigianalmente il panettone – spiega Fabio Carnevali, organizzatore della manifestazione -. Il panettone infatti, pur essendo nato a Milano nel ‘500, è il dolce tipico delle feste in tutta Italia e in ogni regione si produce con maestria, secondo un disciplinare che non ammette deroghe. Con questo evento vogliamo appunto dare la possibilità di far conoscere al grande pubblico il panettone prodotto dalle migliori pasticcerie romane, assaggiandolo, acquistandolo o regalandolo ai propri cari”.

Commenti

Commenti

PANETTONE MAXIMO IL FESTIVAL DEL PANETTONE DI ROMA ultima modifica: 2019-12-14T16:19:04+00:00 da Massimiliano Bianconcini

leave a reply

Back to Top